Cerca
  • daniladestefano

L'illusione del controllo


Oggi voglio condividere una riflessione su un tema molto importante: il controllo. Il controllo non è una patologia di per sè, ma quando eccessivo può diventare un grosso problema. Espressioni più comuni sono il perfezionismo, la gelosia estrema, l'impulso ad indagare, il timore patologico per il fallimento. In questi casi estremi, anche quando le cose vanno "nel verso giusto", raramente la persona trae veramente gioia e soddisfazione da esse, essendo così ansiosa, impegnata ad iper-controllare tutto. Uomini e donne con l'ossessione del controllo possono arrivare ad assumere comportamenti estremi, diventare iper-vigilanti, soffrire di ansia, attuare comportamenti ossessivi nei confronti dei nostri cari, spinti dal distruttivo timore che le cose potrebbero non andare "nel verso giusto". Il punto su cui voglio soffermarmi è che questo fantomatico "verso giusto" su cui indirizziamo le nostre attenzioni ed energie, è spesso solo frutto della nostra mente e dei nostri pensieri. Linee guida che solo noi creiamo e conosciamo. Ciò che noi vogliamo, ciò' che immaginiamo "debba" accadere, è ben specifico e definito nei nostri schemi di pensiero, ma non per forza è universalmente riconosciuto, accettato e perseguito. Ogni persona è diversa e pensa e agisce in modo diverso; la vita riserva un milione di diverse possibilità. Ma spesso accade, in questi casi, che se il risultato finale non risulta essere ESATTAMENTE ciò che ci aspettavamo, diveniamo scontenti, frustrati o insoddisfatti anche se questo risultato è positivo o addirittura ottimo. Il controllo crea frustrazioni continue e rigidità di comportamento e di pensiero. A livello relazionale, l'ossessione per il controllo può risultare estremamente deleteria. Avere a che fare con un partner, un genitore, un collega, un datore di lavoro iper-controllante e ossessivo è spesso molto stressante. Le relazioni finiscono, il benessere familiare viene affetto in svariati modi e possono crearsi problemi sul lavoro. A livello individuale, l'ossessione per il controllo può provocare sofferenza, ansia, frustrazione, depressione, isolamento e vari disturbi psicologici. Le cause del bisogno di controllo sono molteplici, tutte rintracciabili nella storia di vita della persona. Un intervento psicologico può aiutare a rintracciare e mettere in discussione gli schemi di pensiero ed emotivi che alimentano questo meccanismo e sperimentare nuovi modi di gestire gli eventi senza il bisogno di controllarli in modo ansiogeno.

Dott.ssa Danila De Stefano